La Storia dell'Archivio

La Nascita dell'Archivio

L'idea di creare il primo prototipo di archivio a scopo conservativo è senza dubbio un progetto che venne realizzato in tempi antichissimi, grazie infatti ad importanti scoperte archeologiche si è riusciti a risalire al III° secolo a.C..

A testimonianza di ciò sono stati ritrovati archivi con circa ventimila tavolette di argilla risalenti all'epoca mesopotamica, disposte senza particolari metodi archivistici, ma in ogni caso, ordinatamente nello stesso luogo.

Nell'età classica, l'uso costante di papiri, pergamene o pelle, rese l'archiviazione un progetto molto difficile, di fatti, vista la volatilità dei fogli, furono notevoli le perdite dei documenti risalenti a quell'epoca, restò in ogni caso l'abitudine di trascrivere memorie molto importanti su strutture più pesanti, come per esempio lastre di legno o pietra.

Una svolta significativa avvenne intorno alla fine del I° secolo d.C. quando, lo sviluppo economico e sociale della Chiesa portò alla necessità di conservare con la dovuta cura tutti i documenti dell'epoca, ciò portò ufficialmente alla nascita degli archivi, che con il tempo crebbero visibilmente, accompagnati soprattutto da specifici criteri di ordine che si sono evoluti e quindi perfezionati nel tempo.